• it
  • SK
  • IT

CARRIERA

  • Aveva solo quattro anni quando suo padre lo ha inscritto nel club calcistico privato Jupie Podlavice. La maggior parte delle partite le giocava con dei compagni più grandi e nonostante questo, riusciva sempre a distinguersi e a farsi notare.

  • Marek era un grande talento, aveva solo cinque anni, quando nel 1992, è stato il miglior giocatore dei tornei di preparazione.

  • Nel torneo regionale ha dominato contro la squadra di Ziar Nad Hronom, segnando nove goals.
    Nella sua prima esperienza all'estero con il Jupie ha vinto il torneo in Germania con sei goals segnati diventando il capocannoniere.

  • La prima volta che è venuto in Italia ha partecipato ad un evento sportivo a Genova come membro del team della Slovacchia centrale piazzandosi al terzo posto.

     

  • Nella stagione 1998/99 ha giocato con lo Jupie nelle competizioni regionali e interregionali, in trentotto partite ha segnato 111 goals.
    Durante questo periodo ha raggiunto conquiste storiche con lo Jupie Podlavice. Prima gli studenti più grandi sono passati in seconda divisione e l'anno successivo nel campionato slovacco, ed il regista del team era proprio lui – Marek.

  • Ha superato la prova con lo Sparta Praga senza problemi ma il club tuttavia non ha trovato il lavoro per i genitori a Praga e cosi il trasferimento non si è realizzato.
    Alla fine viene acquistato dallo Slovan, che a quel tempo, pero, aveva problemi finanziari, il trasfert dallo Jupie, ammontava a 125.000 corone slovacche , a questo punto il padre Richard per finalizzare l'acquisto vendette l'autovettura Felicia, e chiedendo anche un prestito.

  • Per la prima volta è stato convocato nella nazionale Under 16 slovacca, e nella partita dell' Under 17 a Presov è stato notato dall'agente del Brescia Maurizio Michelini.

  • Giocava con i giovani come anche con la primavera dello Slovan, con entrambe le squadre è diventato campione della Slovacchia.
    A Brescia durante l'estate ha fatto parte della prima squadra e dopo è stato acquistato per 60 000 €.

  • All'inizio dell'anno era regolarmente convocato nelle partite del campionato in serie A.
    Aveva solo 17 anni e 236 giorni quando ha fatto il suo debutto con la maglia del Brescia nel campionato italiano di serie A.

  • Giocando in serie B è diventato titolare per la stagione successiva di serie A.
    Il primo goal con la maglia del Brescia lo ha realizzato l' 11 gennaio 2006, quando ha segnato contro il Milan.

  • Non aveva neanche 20 anni ma era già diventato la figura principale del Brescia calcio ed era chiaro che il club non sarebbe riuscito a tenerlo.
    Il Napoli si aggiudica il giocatore slovacco per 5,5 milioni di euro, battendo la concorrenza.
    Il primo goal segnato in Serie A lo realizza il 16 settembre contro la Sampdoria.

  • Dopo alcuni mesi con la maglia del Napoli ha prolungato il contratto prima del previsto.
    Alla fine della prima stagione è diventato il capocannoniere della squadra.

  • E' stato eletto il miglior giocatore più giovane di Serie A e il rinomato giornale inglese “The Times” lo ha nominato, uno tra i più grandi talenti del mondo, posizionandolo al dodicesimo posto!

  • Nella partita di marzo contro la Fiorentina ha giocato con il nastro sul braccio, quel giorno aveva 22 anni e 229 giorni, è diventato il più giovane capitano nella storia del Napoli.
    Nel mese di novembre è stato pubblicato il libro che parla di Marek intitolato "Il capitano più giovane."

  • Con il Napoli è arrivato al terzo posto in Serie A, qualificandosi per la Champions League.
    Nella stagione 2010/11, ha giocato 59 partite ufficiali, comprese le partite della nazionale Slovacca.
    In ottobre ha segnato il cinquantesimo goal con la maglia del Napoli e cinquanta presenze con la squadra nazionale slovacca.

  • Nell'anno 2011 è arrivato tra le prime undici squadre della serie A.
    Ha giocato 200 partite con il Napoli.
    Anticipatamente ha prolungato il contratto con il Napoli.
    Il quotidiano italiano La Gazzetta dello Sport lo ha inserito tra i cinque giocatori migliori di Serie A.

  • È diventato il migliore assist men di Serie A.
    Nella stagione 2012/13 ha giocato 3.441 minuti, ed è stato tra i giocatori più presenti in campo specialmente in Italia.
    I tifosi lo hanno dichiarato il miglior giocatore del Napoli.
    Al suo attivo già 75 goals per la squadra del Napoli.

  • Per i problemi avuti al piede non ha giocato per 53 giorni. E' rientrato nel mese di aprile, giocando la sua 300 °esima partita ufficiale con il Napoli.